domenica 25 settembre 2011

La Rosa




da www.orecchioacerbo.com

“Un uomo all’improvviso cominciò a profumare come una rosa.” Un profumo penetrante e intenso. Invadente. Nella sua casa, nel suo palazzo, nel suo quartiere, tutto ormai sa di rosa. Fino alla nausea.
E all’invivibilità. Ogni altro odore è coperto da questo profumo incredibile: le donne non riescono a capire se le pietanze si bruciano, e i gatti non riescono a scovare i topi. A risolvere il problema ci pensano i professori dell’Accademia di botanica, che fanno dell’uomo un fenomeno da studiare e da esibire. Finché un giorno, all’improvviso, perde il profumo. E la libertà. Una novella sul potere dell’olfatto: lo sapeva bene Patrick Süskind, che non ci si può sottrarre ai profumi, “poiché il profumo è fratello del respiro”. Lo sanno benissimo, quanti abitano a ridosso delle discariche e dei cassonetti strabordanti di molte nostre città. Ma anche una novella sul guaio di essere speciali. Un uomo prodigioso e una vita sottovetro nelle immagini di Claudia Palmarucci al suo esordio d’illustratrice.












Nessun commento:

Posta un commento